PATTI CHIARI (NERO SU BIANCO)


CASE STUDY: quando si avvia un’iniziativa imprenditoriale ad alto rischio è facile essere amici, poi di fronte ai primi problemi (economici, soprattutto) non è raro che incomprensioni e fraintendimenti rischino di compromettere il rapporto tra i founders.

CRITICITA’: i conflitti tra i soci divampano in relazione a tutti quegli aspetti che non sono stati preventivamente disciplinati, qualche volta in maniera tale da minare alla base il successo di un promettente business!

BUZZ!

Pensate a tutelare l’unità del vostro gruppo stipulando degli accordi tra i soci per stabilizzare la proprietà della vostra azienda e regolarne il controllo.

In particolare, è fondamentale prestare la massima attenzione ai seguenti aspetti:

1. Uno o più soci decidono di non proseguire nella Startup: ripartizione dei costi sostenuti fino all’uscita del socio, vendita della partecipazione e valore da attribuire alla quota del socio uscente. Nel primo caso è fondamentale che il socio uscente provveda a pagare, proporzionalmente alla sua quota, i costi già sostenuti e soprattutto quelli che devono essere sostenuti per decisioni prese quando era ancora nella società. In secondo luogo, è sempre meglio inserire un meccanismo che consenta ai soci restanti di avere la priorità nell’acquisto della quota uscente, in modo tale da mantenere stabile la compagine sociale. Infine, prevedete già un meccanismo che consenta, in maniera chiara, di comprendere il valore della partecipazione: se la società è ancora all’inizio, di solito non ci sono problemi; ma quando diventerà un’iniziativa di successo è importante che l’uscita del socio sia proporzionata alla redditività della vostra start-up.

2. Il socio uscente potrebbe voler avviare un’attività sostanzialmente simile a quella della vostra start-up: questo potrebbe essere un problema, considerato quanto avete faticato per mettere in piedi la vostra iniziativa. Per risolverlo esistono i cosiddetti patti di non concorrenza. Usateli!

3. Prevedere una chiara definizione dei compiti e dei ruoli di ciascun socio, meccanismi che consentano di evitare situazioni di stallo nel corso delle riunioni e l’individuazione di alcune materie per le quali è necessario che la quasi totalità dei soci siano d’accordo.

 

Share Button