PROTEGGI IL TUO GIOIELLO!


CASE STUDY: l’entusiasmo di ottenere fondi e risorse rischia di distogliere l’attenzione dal fatto che la contropartita è rappresentata da una parte del proprio business.

CRITICITA’: le negoziazioni vengono chiuse frettolosamente e si perdono di vista le effettive condizioni imposte dai finanziatori, spesso troppo penalizzanti per l’impresa!

BUZZ!

1. Cercate di comprendere in dettaglio le condizioni richieste dai terzi e pensate agli effetti sulla titolarità del vostro progetto in caso di successivi rounds di finanziamenti.

2. Iniziate a prestare attenzione alla valorizzazione della vostra partecipazione e a quanto la vostra partecipazione sarà ridotta con l’ingresso del nuovo finanziatore. Cercate di mantenere la maggioranza e oltre, almeno nel corso del primo round di finanziamento. Guardate inoltre al futuro e pensate se la vostra partecipazione di maggioranza potrà resistere ad un successivo di round di finanziamento.

3. Valutate attentamente l’ipotesi in cui vi siano offerti, anziché risorse economiche, servizi (es. locazione di spazi, servizi internet): deve esserci una corrispondenza tra l’effettivo valore di questi servizi e la partecipazione della vostra Startup che concedete al finanziatore.

4. Verificate se l’investitore si vuole riservare potere decisionale nello svolgimento delle attività della vostra Startup o se invece richiede soltanto una precedenza nella distribuzione degli eventuali utili (una volta che questi potranno essere distribuiti).

5. Se comunicate dei dati riservati riguardanti il vostro vantaggio competitivo, e/o delle informazioni riservate, prima di comunicarle fate sottoscrivere ai vostri interlocutori un accordo di riservatezza.

 

Share Button