L’INTERVENTO DELLE AUTORITÀ DOGANALI

Nel caso in cui individuino merci sospettate di violare un diritto di proprietà intellettuale per il quale era stata precedentemente accolta una domanda di intervento, le autorità provvedono alla sospensione dello svincolo o al blocco delle merci in dogana. Il provvedimento viene notificato sia al soggetto che aveva presentato la domanda di intervento sia al dichiarante o al detentore delle merci, e ad entrambi sono fornite informazioni sulle merci oggetto del provvedimento.

 

Il soggetto che ha presentato la domanda di intervento ha facoltà di domandare alle autorità doganali informazioni quali l’identità e l’indirizzo del destinatario/mittente/dichiarante/detentor e delle merci, l’origine delle merci, la loro provenienza e la loro destinazione. Tali informazioni sono molto utili non solo a fini giudiziari ma anche a fini di “intelligence”, in quanto possono consentire di ricostruire i traffici e di individuare eventuali trend.

 

Sospeso lo svincolo o bloccate le merci alla dogana, le autorità doganali offrono alle parti la possibilità di ispezionare le merci. Il regolamento prevede la possibilità che le parti esprimano il consenso alla distruzione della merce senza che sia preventivamente determinato se sia stato violato un diritto di proprietà intellettuale o meno (procedura semplificata). Il silenzio del dichiarante o detentore delle merci potrebbe essere valutato dalle autorità doganali quale assenso a procedere.

 

Nel caso in cui il titolare della domanda di intervento non abbia espresso il consenso alla distruzione delle merci entro i termini, le autorità doganali rilasciano la merce, a meno che non vengano informate del fatto che è stato avviato un procedimento per l’accertamento della violazione.

 

Qualora dovesse emergere che le merci oggetto del provvedimento non violano un diritto di proprietà intellettuale, il soggetto che ha presentato la domanda di intervento è responsabile nei confronti di ogni dichiarante o detentore delle merci che ha subito un danno.

 

Se richiesto dalle autorità doganali, il soggetto la cui domanda di intervento è stata accolta deve rimborsare i costi sostenuti dalla dogana dal momento del blocco o della sospensione dello svincolo delle merci.

 

“LE DOGANE SEQUESTRANO PIÙ DI 100 MILIONI DI ARTICOLI L’ANNO CON UN INCREMENTO DEL 1.000%;

 

LA REGIONE DI PRODUZIONE PRINCIPALE È L’ASIA, IN PARTICOLARE LA CINA”

Fonte, Agenzia delle Dogane.


Dicono di noi


Azienda Agricola Cappelletto s.s.
Siamo soddisfatti al 100% del lavoro che svolge lo studio e l'Avv. Merico stesso. Sempre disponibili...

Ppiù PRATICHE & PROGETTI CASA
Siamo soddisfattissimi della consulenza. Lo studio ha dimostrato grande professionalità, velocità, c...

Rete Clima
Tutti i marchi collegati al nostro Ente ed alle sue attività sono stati registrati da parte dell'Avv...

Vedi tutte le Recensioni...

OF COUNSEL



Marchiodimpresa sostiene…





Cerca

Scarica la nostra App Gratuita



Contattaci