Glossario

Accordo di Madrid

Accordo internazionale che consente al titolare di un marchio registrato in un Paese di richiedere ed ottenere la registrazione di tale marchio negli altri Paesi Membri del sistema di Madrid, sistema del quale fanno parte anche i Paesi firmatari del Protocollo di Madrid.

E’ possibile consultare l’elenco dei Paesi Membri dalla seguente pagina web della OMPI: http://www.wipo.int/madrid/en/members/

 

Arbitrato

È un procedimento che consente la risoluzione stragiudiziale di una controversia legale. Le parti in causa si astengono dall’esercizio di un’azione legale presso il competente tribunale giurisdizionale e si accordano rimettendo la questione ad un arbitro, o comitato di arbitri imparziali, affinché sia arrivi ad una soluzione della disputa. È possibile ricorrere all’arbitrato sia prima che dopo l’insorgere del conflitto.

 

Autore

È il soggetto che crea materialmente un’opera artistica, letteraria, musicale, teatrale, fotografica, multimediale, ecc..

 

Brevetto

È lo strumento giuridico a tutela delle invenzioni. Tecnicamente è costituito da una concessione governativa che conferisce all’inventore il monopolio, per un periodo limitato di tempo, sulla produzione, utilizzazione, commercializzazione dell’invenzione in questione.

 

Certificato di registrazione del marchio

È il documento che viene rilasciato dall’Ufficio Marchi e che certifica la registrazione del marchio.

 

Cessione del marchio

È il contratto mediante il quale il marchio (registrato e non), ed i conseguenti diritti sullo stesso, vengono ceduti dal titolare (cedente) ad un terzo (cessionario).

 

Cybersquatting

Anche detta Cyberoccupazione, consiste nell’appropriazione, in mala fede, di un nome a dominio in Internet da parte di un soggetto che non ha un diritto legittimo al nome in questione. È una pratica spesso utilizzata a scopo lucrativo con l’intenzione di rivendere il nome a dominio ad un prezzo più alto al soggetto legittimato ad ottenerlo (di solito chi ha un marchio registrato).

 

Denominazione di Origine Protetta – DOP

È il nome di una regione, di un luogo specifico o, in casi eccezionali, di un Paese, utilizzato per designare un prodotto agricolo o alimentare che sia originario di quel luogo determinato, che abbia qualità o caratteristiche derivate dall’ambiente geografico in questione, incluso i fattori naturali, umani, ecc., e che sia prodotto, trasformato ed elaborato in quel luogo.

 

Diritto d’autore (Copyright)

È il diritto esclusivo che viene concesso agli autori ed agli artisti di riprodurre, distribuire, eseguire, e divulgare le proprie opere originali, quali opere letterarie, artistiche, teatrali, musicali, fotografiche, multimediali, programmi per elaboratori elettronici. Si compone di diritti morali e diritti a contenuto economico.

 

Diritto esclusivo

Diritto che consente al titolare di escludere, o autorizzare, altri soggetti all’uso di un determinato diritto. Nel caso che ci riguarda, è il diritto di un titolare di un marchio di escludere, o autorizzare (per esempio, tramite licenza), altri soggetti all’uso del proprio marchio.

 

Disegno e Modello Industriale

È l’aspetto esteriore del prodotto bidimensionale (Disegno) o tridimensionale (Modello) che può costituire l’oggetto di un diritto esclusivo. Può essere costituito dalla configurazione esterna di linee, colori, forme, consistenza o materiale di un prodotto o dai rispettivi ornamenti applicati ad un prodotto industriale.

 

Domanda di marchio

È la richiesta formale che viene depositata presso un Ufficio Marchi per ottenere la registrazione del marchio.

 

Esaurimento del diritto

È il concetto giuridico che definisce la liceità delle importazioni di un prodotto venduto all’estero dal, o con il consentimento, del titolare del marchio del Paese di importazione. Costituisce al tempo stesso una limitazione legale, ed una garanzia al titolare del marchio registrato.

 

Falsificazione – Contraffazione

Si concretizza nella condotta di produrre o vendere coscientemente, ed a scopo di lucro, un prodotto che contenga la riproduzione non autorizzata di un marchio d’impresa registrato o meno (o di un prodotto tutelato dalle norme sul diritto d’autore).

 

Franchising

È il contratto mediante il quale il titolare di un marchi (di norma registrato) concede in licenza il proprio marchio ad un terzo, insieme al proprio know-how, servizio clienti, software di gestione, stigliature del negozio, per il tramite di un accordo specifico che regola le modalità di esercizio di tali risorse, ed in cambio di una remunerazione economica sotto forma di canoni ( royalties ).

 

Indicazione Geografica Protetta

È il nome di una regione o luogo specifico utilizzato per designare un prodotto agricolo o alimentare che sia originario di quel determinato luogo, regione o località, e che ne conferisce al prodotto stesso una determinata qualità, reputazione o altra caratteristica attribuibile essenzialmente all’origine geografica in questione.

 

Know-How

Anche definito come “Segreto industriale”, è costituito dall’insieme delle informazioni di natura confidenziale che attribuiscono un vantaggio competitivo all’impresa che le detiene. Si possono riferire tanto alla distribuzione, produzione e/o commercializzazione di un prodotto.

 

Licenza di marchio

È l’autorizzazione concessa dal titolare di un marchio (licenziante) ad un terzo (licenziatario) per mezzo della quale quest’ultimo acquisisce, a cambio di una controprestazione economica ( royalties ) il diritto di produrre e/o commercializzare un prodotto o servizio che reca il marchio in questione.

 

Marchio collettivo

Un marchio che viene utilizzato da un insieme di imprese (di norma associate) il quale indica l’appartenenza ad una unione, associazione, od altra organizzazione.

 

Marchio dell’Unione Europea

Un marchio registrato presso l’Ufficio dell’Unione Europea per la Proprietà Intellettuale (EUIPO) e che ha effetto in tutti e 28 gli Stati dell’Unione Europea (chiamato “Marchio Comunitario” prima della riforma del 2015).

Marchio di certificazione

Un marchio che identifica prodotti o servizi che riuniscono un insieme di standard, quali l’origine geografica, il materiale, il tipo di manifattura, la qualità, la precisione, od altre caratteristiche del prodotto.

 

Nome a dominio

Un Nome a dominio è un codice alfanumerico che corrisponde ad un indirizzo di Protocollo Internet facilmente memorizzabile dall’utente (per esempio: www.marchiodimpresa.it).

 

Organizzazione Mondiale della Proprietà Intellettuale

Organismo internazionale con sede a Ginevra (Svizzera) incaricato dell’amministrazione dei più importanti trattati internazionali nel settore del diritto industriale e della proprietà intellettuale. In particolare, si occupa di gestire il procedimento di registrazione internazionale del marchio previsto dall’Accordo e dal Protocollo di Madrid (http://www.wipo.int/trademarks/en).

 

Periodo di validità del marchio registrato

È il periodo in cui è valida la registrazone del marchio, di norma sono 10 anni a decorrere dalla data di deposito della relativa domanda di marchio.

 

Priorità

È il diritto di rivendicare, in una domanda di marchio successiva, la data del primo deposito del marchio in modo tale da poter beneficiare del diritto al marchio fin dalla data del primo deposito. È possibile rivendicare la priorità di una domanda di marchio entro i 6 mesi dal primo deposito della domanda di marchio.

 

Proprietà Intellettuale

In inglese Intellectual Property , è il concetto giuridico che riunisce sia il diritto industriale (Legislazione sui brevetti, modelli di utilità, marchi, disegni e modelli industriali, topografie di prodotti a semiconduttori) che il diritto d’autore (Copyright ).

 

Opposizione alla registrazione di un marchio

Procedimento amministrativo che si svolge di fronte un Ufficio marchi per il tramite del quale il titolare di un marchio o altro diritto anteriore può opporsi alla concessione della registrazione del marchio di un terzo.

 

Rinnovo del Marchio

È il procedimento amministrativo che si svolge su richiesta del titolare di un marchio registrato affinché la registrazione del proprio marchio venga rinnovata. In Italia è necessario rinnovare la registrazione ogni 10 anni. Il rinnovo va presentato formalmente per iscritto all’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi con l’apposito modulo entro i dodici mesi precedenti alla scadenza della stessa. Il rinnovo è soggetto al pagamento delle relative imposte. È inoltre possibile rinnovare il marchio nei sei mesi successivi alla sua scadenza, pagando una ulteriore tassa addizionale.

 

Sfruttamento economico del marchio

È costituito da una serie di attività che può intraprendere il titolare di un marchio registrato per ottenere maggiore valore, ed introiti economici dal marchio stesso. Tra le diverse operazioni di sfruttamento, ricordiamo la concessione di licenze sul marchio, la stipulazione di contratti di frnachising, la valutazione economica del marchio a scopo di finanziamento.

 

Ufficio Marchi e Brevetti

È l’organismo incaricato di gestire ed amministrare i marchi registrati. In Italia tal compiti sono esercitati dall’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi – UIBM (www.uibm.gov.it), nell’Unione Europea dall’Ufficio dell’Unione Europea per la Proprietà Intellettuale – EUIPO (http://oami.europa.eu), per il procedimento internazionale è competente l’Organizzazione Mondiale della Proprietà Intellettuale – OMPI (www.wipo.int).

 

Ufficio dell’Unione Europea per la Proprietà Intellettuale (EUIPO)

Agenzia dell’Unione Europea incaricata della registrazione di marchi, disegni e modelli UE. (https://euipo.europa.eu). (chiamato UAMI – Ufficio per Armonizzazione nel Mercato Interno, prima della riforma del 2015).

Share Button

Dicono di noi


CASCO SPA - Alessio Conte
Ottimo servizio, tempestivo e di elevata qualità. Assistenza in ogni fase del procedimento. Molto ...

Gabbiano Servizi Sas
Servizio di registrazione Marchi comunitari, efficente e professionale in tempi rapidi....

america srl
ottimo servizio....

Vedi tutte le Recensioni...

OF COUNSEL



Marchiodimpresa sostiene…





Cerca

Scarica la nostra App Gratuita



Contattaci