Nuova procedura di deposito telematico UIBM

Nuova procedura di deposito telematico UIBM

giu 24

Il 18 maggio 2015 , in ottemperanza ai Decreti del Direttore Generale per la Lotta alla Contraffazione, Ufficio Italiano Brevetti e Marchi, del 26/01/2015 e del 24/02/2015, è entrato in vigore il nuovo deposito telematico delle domande di brevetto industriale per invenzioni e modelli di utilità, delle domande di registrazione di disegni e modelli e di marchi di impresa, nonchè delle istanze connesse a dette domande e relativi rinnovi.

E’ posibile accedere al servizio dal seguente sito web:  https://servizionline.uibm.gov.it,

 

Scompare dunque la possibilità del deposito telematico tramite il sistema di registroimprese.it, Telemaco (https://telemaco.infocamere.it/). Rimane comunque valido il deposito cartaceo delle domande, sia pur eseguito attraverso la compilazione della nuova modulistica, effettuato presso le CCIAA, e quello effettuato a mezzo servizio postale, con raccomandata A/R spedita direttamente all’UIBM.

 

COME ACCEDERE AL SERVIZIO

 

Per ottenere le credenziali di accesso al nuovo sistema è necessario possedere un certificato di firma digitale valido e fornire i dati anagrafici e di recapito richiesti. La registrazione è gratuita ed è sufficiente seguire la procedura di registrazione, disponibile nella home page del servizio: https://servizionline.uibm.gov.it.

 

MARCHI D’IMPRESA: COSA CAMBIA?

 

In primis il pagamento di diritti e tasse delle domande dovrà avvenire necessariamente attraverso il mod. F.24 “Versamento con elementi identificativi” e il mod. F.24 “Enti Pubblici”. Per quanto riguarda le imposte di bollo, sarà necessario acquistare le marche da bollo con gli importi richiesti ed indicare i numeri identificativi delle suddette, a fine procedura, nella compilazione della domanda.

 

Cambiano anche i numeri di deposito relativi a primi depositi, rinnovi, lettere di incarico ed istanze.

 

– Primo deposito: 30 – ANNO DI DEPOSITO – NUMERO DEPOSITO. Esempio: 302015000012345
– Rinnovo: 36 – ANNO DI DEPOSITO – NUMERO DEPOSITO. Esempio: 362015000012345
– Deposito lettera di incarico: 80 – ANNO DI DEPOSITO – NUMERO DEPOSITO. Esempio: 802015000012345

 

Tutti i marchi depositati con la nuova procedura saranno disponibili per la ricerca nella banca dati ufficiale UIBM, al seguente indirizzo:
http://www.uibm.gov.it/uibm/dati/Avanzata.aspx

 

Per quanto riguarda le tasse, i costi per un primo deposito telematico di Marchio d’impresa, comprensivo di una sola classe, ammontano ad Euro 101,00.
L’imposta di bollo invece ammonta ad Euro 42,00: tale costo rimane invariato anche nel caso venga allegata alla domanda una lettera di incarico, necessaria per affidare l’incarico di deposito ad un mandatario.

 

In caso di deposito della suddetta lettera di incarico, sarà necessario pagare ulteriori Euro 34,00 di tasse.

 

Per ogni classe aggiuntiva oltre la prima è previsto un ulteriore supplemento di tasse di Euro 34,00.

 

Nel caso si voglia affidare l’incarico per il deposito di più marchi ad un unico mandatario, sarà necessario provvedere in primis al deposito di una Lettera di incarico generale, pagando Euro 34,00 di tasse ed Euro 15,00 di imposta di bollo. Successivamente, per ogni deposito di marchio di impresa, nella compilazione della domanda sarà necessario far riferimento alla lettera di incarico già depositata.

 

 

Tutti i marchi, rinnovi ed istanze depositate saranno disponibili, per l’utente registrato al sistema, nella propria home page personale, sezione “Gestione Depositi“, tramite il modulo di “Ricerca Depositi“. In tale sezione si potranno scaricare le ricevute di deposito, i modelli F24 per effettuare i pagamenti delle tasse, con la possibilità di integrare e modificare i documenti.

 

#DIFETTI @peggioramenti

 

DE-INFORMATIZZAZIONE DEI PAGAMENTI: A circa un mese dall’entrata in vigore del nuovo sistema, agendo in qualità di mandatari dobbiamo registrare un passo indietro relativo alla informatizzazione del sistema dei pagamenti. Ciò in particolare relativamente al pagamento dei bolli, i quali, a differenza di quanto avveniva precedentemente con Telemaco, dove si corrispondevano virtualmente, devono adesso essere acquistati in cartaceo per poi apporre il relativo numero di riferimento sulla pratica.

 

MAGGIORE INCERTEZZA GIURIDICA: Altro adempimento di non poco conto, che aggrava non poco la gestione della pratica, riguarda la conferma di avvenuto pagamento delle tasse tramite F24, che viene spedita a mezzo PEC, ancora non si capisce dopo quanto tempo, in quanto per le prime domande ci sono voluti circa 30 giorni, a differenza dei circa 5 giorni attuali. Si precisa che tale conferma assume rilevanza determinante ai fini della attribuzione della data di deposito, e quindi di decorrenza della validità del marchio. Sarebbe stato più pratico, ed avrebbe conferito maggiore certezza giuridica, armonizzarsi al sistema del marchio comuntiario, per il quale è previsto che qualora il pagamento avvenga entro il mese, la data di deposito corrisponderà al deposito della domanda e non al giorno in cui sono state versate le tasse.

 

ERRATE INFORMAZIONI DI SISTEMA: Si registrano inoltre alcuni problemi legati alla introduzione dei dati nel sistema informatico, i quali, tuttavia, appare stiano diminuendo con il passare dei giorni.

 

 #PREGI @miglioramenti

 

Al momento non ne abbiamo constatati, però confidiamo negli sforzi dell’UIBM al recepimento delle osservazioni di utenti ed addetti ai lavori.

 

 

Share Button

Archivi Mensili

Tag Cloud

Dicono di noi


Azienda Agricola Cappelletto s.s.
Siamo soddisfatti al 100% del lavoro che svolge lo studio e l'Avv. Merico stesso. Sempre disponibili...

Ppiù PRATICHE & PROGETTI CASA
Siamo soddisfattissimi della consulenza. Lo studio ha dimostrato grande professionalità, velocità, c...

Rete Clima
Tutti i marchi collegati al nostro Ente ed alle sue attività sono stati registrati da parte dell'Avv...

Vedi tutte le Recensioni...

OF COUNSEL



Marchiodimpresa sostiene…





Cerca

Scarica la nostra App Gratuita



Contattaci